@ SOCIAL         Facebook             instagram-1581266_960_720   
 
                       


                                                         Nel circolo polare artico un fungo magico. 

                                       
                      Amanita muscaria
                                          Clicca     P1160658_amanita_muscaria
Weird Nature: queste renne amano i funghi magici.

                                                                                   

                                                                                               XXXXXXXXXXXXXXX



L'Oudemansiella mucida è uno dei funghi più belli in assoluto che cresce tipicamente su legno morto di faggio, a gruppi o isolata, dall'estate all'autunno.

        Fotografia Ennio Genduso
   P1160646_Oudemansiella_mucida P1160648_P1160646_Oudemansiella_mucida

                                                                                       XXXXXXXXXXXXXXX

Capricci della natura. Forma teratologica di una Mycena rosea.
La teratologia è lo studio delle mostruosità e delle anomalie morfologiche di un individuo o parti di esso intesi come deviazioni di forma dal tipo fondamentale di una specie.
È abbastanza diffusa tra i funghi dove possiamo notare la divisione dicotomica del piede del ricettacolo, fasciazione del piede, inversione dell'imenio, fusione di due ricettacoli, ecc.
Ma proprio in micologia, agli occhi del micologo, questi caratteri non hanno niente di 'mostruoso': infatti poter reperire esemplari fungini con caratteri teratologici è sempre una occasione per apprezzare di più il meraviglioso mondo dei funghi.


                                Fotografia Giovanni Caruso
                     Mycena_rosea

                                                                                         XXXXXXXXXXXXXXX

Eruzione dell'Etna dicembre 2018

                             Fotografia Giovanni Caruso
                   Etna

                                                                                                XXXXXXXXXXXXXXX



IL BUONO ED IL CATTIVO
Stiamo parlando dell'Amanita ovoidea (a sinistra nella foto) e dell'Amanita proxima (a destra).
Il primo è in fungo di grande taglia, completamente di colore bianco, margine del cappello ed anello burrosi, volva bianca, membranosa, a sacco ed ampia.
Odore salmastro e sgradevole e sapore dolciastro.
Considerata a lungo commestibile, ma di scarso valore, e consumato addirittura crudo in insalata da pochi estimatori, personalmente la riteniamo non commestibile a seguito di recenti segnalazioni di casi di intossicazione dopo il suo consumo (comunque casi ancora da verificare).
Il secondo fungo, l'Amanita proxima, è del tutto somigliante ma presenta una volva di color ocra fin da subito, l'orlo del cappello non è burroso e l'anello è ben evidente e persistente.
È una specie tossica: il suo consumo provoca la 'Sindrome Norleucinica'.



                              Amanita_ovoidea

                                                                                          XXXXXXXXXXXXXXX

Schenella pityophilus (Pyrenogaster pityophilus)
Si tratta di un fungo europeo epigeo appartenente alla famiglia delle Geastraceae.
Descritto per la prima volta nel 1997 col nome Pyrenogaster pityophilus, a seguito di indagini molecolari è stato trasferito nel genere Schenella nel 2005.
I basidiocarpi si presentano come delle sferette di 1-2 cm di diametro.
Anche se ipogei, a volte si presentano in superficie.
La membrana che contiene la gleba si compone di tre strati: Exoperidio, Mesoperidio ed Endoperidio.
L'exoperidio è bianco ma diventa rosso alla manipolazione o semplicemente al contatto con l'aria, poi si scurisce leggermente. Il mesoperidio è bianco, carnoso, duro e compatto. L'endoperidio, inizialmente biancastro, è sottile e membranoso. Al suo interno è contenuta la Gleba, composta da una pseudocolumella basale circolare, nella quale sono disposti radialmente numerosi peridiolo di forma conica o a bottiglia. Questi ultimi a maturità si induriscono, diventano neri, deiscenti in modo da liberare le spore.
Cresce in un terreno sabbioso sotto pino domestico (Pinus pinea) formando grandi e distese colonie.
L'ultimo ritrovamento ufficiale in Sicilia è avvenuta nel 2004 ed è stato descritto nell'articolo "Pynerogaster pityophilus (Geastraceae), a new record from Sicily (S-Italy)" da Venturella G., Saitta A., Morara M., Zambonelli A.
Gli esemplari qui rappresentati sono stati reperiti nei primi di dicembre 2018 dal nostro amico Micologo Mario Prestifilippo in una pineta nei pressi di Castellammare del Golfo (Tp), con habitat prevalentemente di pino d'aleppo (Pinus halepensis), cipresso comune (Cupressus sempervirens) e leccio (Quercus ilex).


                Fotografia Mario Prestifilippo
             Schenella_pityophilus

                                                                                               XXXXXXXXXXXXXXX


Giorno 26 gennaio abbiamo partecipato ad una ulteriore iniziativa alla ricerca del tartufo siciliano. Il manipolo, circa una trentina di partecipanti, ha sfidato la mattinata grigia e plumbea "invadendo" il territorio destinato alla ricerca, sempre preceduti dai due magnifici lagotti, protagonisti assoluti di questa prima parte della giornata.
Il loro padrone, il nostro amico Mario Prestifilippo, è un Micologo che ha dedicato tutta la sua vita allo studio ed alla ricerca dei tartufi in tutto il territorio siciliano. Con somma pazienza, specialmente verso i numerosi curiosi, ha saputo sempre gratificare gli splendidi animali ad ogni ritrovamento mentre in contemporanea rispondeva in maniera esaustiva alle numerose domande poste dai partecipanti.



                     Ricerca_Tartufi



                                                                                                   XXXXXXXXXXXXXXX

Il 17 Gennaio del 2019 è stato presentato all'Assemblea Regionale Siciliana il Disegno di Legge che dovrebbe regolamentare in Sicilia la raccolta, la coltivazione e la commercializzazione dei tartufi freschi e/o conservati, il tutto in conformità con le normative nazionali e comunitarie.
Ciò è stato possibile grazie alla fattiva collaborazione della nostra Associazione con alcune altre Associazioni siciliane (tutte menzionate nel DDL) nonchè con l'Università di Palermo, Dipartimento SAAF.


                                 Fotografia Giovanni Caruso
                         1_Tartufi 2_Tartufi

                                                                     3_Tartufi


                                                                                                
XXXXXXXXXXXXXXX 

 

 

La nostra Associazione a Lecce per il 79° Comitato Scientifico Nazionale.
Dal 7 all'11 novembre 2018 si è svolto il 79 ° Comitato Scientifico Nazionale dell'A.M.B., organizzato dalla Segreteria Organizzativa del C.S.N. con la collaborazione dei locali Gruppi dell'A.M.B. di Lecce, Galatina (LC) e Messagne (BR).
Questo evento ha avuto lo scopo di sviluppare lo studio e la mappatura della flora fungina dei vari ambienti che compongono il territorio del Salento.
Il ricco programma di escursioni a carattere turistico per i partecipanti e gli accompagnatori ha permesso di far conoscere i molti ambienti naturalistici e storici di questo particolare territorio.
Nel corso dei quattro giorni i partecipanti sono stati impegnati in escursioni guidate, sedute di lavoro al microscopio e presentazione di relazioni scientifiche.
Durante queste giornate i membri della nostra Associazione sono stati impegnati a determinare un Cortinarius appartenente al Sottogener Telamonia (probabilmente il Cortinarius vernus).
Le foto sono state scattate dai Micologi Russo A. e Mannina N. e rappresentano gli esemplari studiati nonchè la microscopia delle spore e della pileipellis.



            Cortinarius_vernus
     
                                                                                                XXXXXXXXXXXXXXX


Hygrophoropsis aurantiaca
Fungo tossico o sospetto di esserlo, avente le lamelle decorrenti di colore giallo-ocra, facilmente separabili dalla carne del cappello.
Viene spesso scambiato dai raccoglitori occasionali con il Cantharellus cibarius.
Quest'ultimo ha carne bianca, compatta e soda, è provvisto di pseudolamelle (pieghe lamellari) e non vere lamelle ed ha odore di frutta. Le foto sono state scattate nel bosco di Scorace (Tp) dall'amico Santo Tirnetta.


              Hygrophoropsis_aurantiaca

                                                                                                      XXXXXXXXXXXXXXX

 L'ingestione di Amanita phalloides, sia cruda che cotta, provoca la cosìdetta "Sindrome falloidea". 
  • Essa risulta essere la più frequente, temibile e mortale di tutte le sindromi a lunga latenza ed è caratterizzata da una mortalità di oltre il 20%, percentuale più elevata nei bambini. In Italia e non solo, l?Amanita phalloides è oggi la principale causa di decessi da ingestione di funghi, con numerose intossicazioni annue.

Amanita phalloides
         
Fotografia Giovanni Caruso   DSC_8300_ok


  
                                                                                               XXXXXXXXXXXXXXX


Blufi (Pa). Campo di Tulipani 


                             Fotografia Giovanni Caruso
                    1_Blufi

                                                                                              XXXXXXXXXXXXXXX
 
Con immenso piacere pubblichiamo la foto del nostro amico Santo Tirnetta che si è classificato primo alla seconda edizione del Concorso Fotografico di Micologia "Gino Bellato", organizzato dalla prestigiosa Associazione Micologica Bresadola.
La foto ritrae una lumaca che sta depositando le uova su un fungo (Gymnopilus spectabilis), ed è stata scattata nel Bosco di Rifesi (Ag).


                                                               Lumaca

                                                                                               XXXXXXXXXXXXXXX


Amanita rubescens
Fungo molto comune nei boschi siciliani, è commestibile dopo prolungata cottura in quanto contiene tossine termolabili.
Chiamata in dialetto "funciu pelis", possiede un cappello rosso brunastro con presenza di verruche piatte di colore grigiastro.
L'orlo del cappello è liscio. La carne è bianca ma tende lentamente ad arrossare verso ad un rosso vinoso.
La base del gambo è appuntita (bulbo napiforme). Volva non evidente e molto friabile.
La si potrebbe scambiate con la tossica Amanita pantherina, ma quest'ultima possiede l'orlo del cappello striato, placche bianche, carne anch'essa bianca ma non arrossante ed infine volva ben evidente.


                          Fotografia Giovanni Caruso
                 Amanita_rubescens

                                                                                          XXXXXXXXXXXXXXX
 

Morchella esculenta var. vulgaris
Conosciuta col termine volgare di "funciu ventr'i pecura", è un fungo primaverile avente una mitra conica formata da alveoli irregolari poligonali di colore grigio (o bruno)-ocracei, delimitati da costolature a tinta più chiara.
Predilige boschi di latifoglie e misti.
Le foto, scattate dall'amico Santo Tirnetta, sono state realizzate nel Bosco di Ficuzza (Pa).


                Morchella_esculenta_var._vulgaris


                                                                                               XXXXXXXXXXXXXXX

 
La nostra Associazione al 6° Convegno Internazionale di Micotossicologia.
Questo Convegno, organizzato sempre e solo dall'AMB dopo sei anni dal 5° tenutosi a Milano, si è svolto a Perugia nei giorni 23 e 24 novembre 2018 ed ha coinvolto numerose associazioni micologiche come la nostra nonchè gli operatori sanitari: micologi, tecnici di prevenzione, medici, tossicologi, ecc.
Il tema di questa edizione è stata: I FUNGHI: SICUREZZA ALIMENTARE, ALIMENTI, INTEGRATORI ed ha avuto lo scopo di fare il punto, focalizzando sugli sviluppi più recenti, sulle principali tematiche micotossicologiche riguardanti i macrofunghi.
Sono state inoltre considerate alcune tra le più importanti esperienze scientifiche internazionali.
Infine si è esteso il concetto di Micotossicologia all'approfondimento di discipline e problematiche recenti quali la Micoterapia.

                                            Convegno_Perugia

                                                                                         XXXXXXXXXXXXXXX

 

Cantharellus lutescens Fr.) è un piccolo fungo dal cappello brunastro, imenoforo a pieghe poco rilevate di color rosa arancio, gambo liscio di color giallo arancio e carne con odore di frutta.
E' un buon commestibile, comunissimo al nord Italia dove lo si trova nei boschi alpini di abeti ma piuttosto raro qui da noi in Sicilia.
Questo fungo è facile da riconoscere per le evidenti caratteristiche morfologiche ed i colori particolari sopra descritti.
Lo si può confondere con il Cantharellus tubaeformis Fr., mai raccolto nei boschi della nostra Isola: quest'ultimo fungo presenta un imenoforo diverso e colorazioni meno sgargianti.
Gli esemplari fotografati sono stati trovati nei boschi dei Nebrodi.

  P1160935_Cantharellus_(=_Cratrellus)_lutescens P1160937_Cantharellus_(=_Cratrellus)_lutescens

                                                                                              XXXXXXXXXXXXXXX



Convegno sul Genere Cortinarius - È in corso il seminario tenuto dal Prof. Giovanni Consiglio che ci sta fornendo utili informazioni sulla corretta determinazione delle specie appartenenti a questo Genere.

Un sentito ringraziamento a tutto il Gruppo AMB Jonico Etneo di Riposto per l'impegno profuso e la calorosa accoglienza in occasione del seminario sul Genere Cortinarius, tenuto dal Prof. Giovanni Consiglio. Puntuale e molto chiaro il suo intervento che è risultato comprensibile anche per coloro che non hanno dimestichezza con i termini micologici.


                Fotografia Giovanni Caruso
        Convegno_Cortinarius


L'associazione Micelia parteciperà con alcuni suoi rappresentanti al Seminario di Micologia organizzato dal gruppo di Jonico-Etneo Riposto.


                         Riposto

                                                                                      XXXXXXXXXXXXXXX




L'eclissi del 27 luglio 2018 è stata un'eclissi lunare in cui la Luna è passata attraverso il centro dell'ombra terrestre, causando un'eclissi totale.
                                Fotografia Giovanni Caruso
                    Eclissi
             
                                                                                     XXXXXXXXXXXXXXX


Sarcoscypha coccinea
Piccolo ascomicete con crescita prevalentemente invernale, allorchè i boschi si presentano praticamente spogli e con colorazioni smorti: il colore rosso scarlatto dell'apotecio di questo funghetto rallegra lo spirito di tutti gli appassionati e dimostra che i boschi sono sempre vitali anche nei periodi più freddi.


                                   Fotografia Giovanni Caruso
                                      Sarcoscypha_coccinea

                                                                                          XXXXXXXXXXXXXXX




Giornata delle Oasi. Grande successo di pubblico presso il centro visite della Riserva Torre Salsa. In presenza delle autorità' compreso il comandante provinciale dei Carabinieri e' stata presentata una relazione sul bracconaggio, tema dominate della manifestazione, che è culminata con la liberazione di un aquila minore. L'associazione Micelia è stata presente con una mostra fotografica di funghi spontanei epigei.

                              Fotografia Giovanni Caruso
                    IMG_20190215_105725



Come consuetudine, la nostra associazione sarà presente alla Giornata delle Oasi WWF di Torre Salsa. http://www.wwftorresalsa.com/2018/05/giornata-delle-oasi-2018-torre-salsa.html?m=1


                                        Oasi_WWF

                                                                                      XXXXXXXXXXXXXXX



   La stagione e' gia' iniziata, affilate i panieri.  Amanita caesarea

            Fotografia Giovanni Caruso
                 DSC_5152_Amanita_caesarea

                                                                                             XXXXXXXXXXXXXXX


Rispettando il programma delle attività associative, sabato abbiamo raggiunto la località di Viagrande in provincia di Catania dove si trova la Casa delle Farfalle: una grande serra tropicale in cui le farfalle (anch'esse tropicali) sono libere di volare. Ci troviamo all'interno del Parco Naturale Monteserra.
30 apr. 2018. 


                           Fotografia Giovanni Caruso
                  IMG_20180428_221144 IMG_20180428_222339

                  IMG_20180428_223746 IMG_20180428_224402


                                                                                               XXXXXXXXXXXXXXX

                                                                                                                    

La nostra associazione oggi era presente al convegno che si e' tenuto all' Universita' di Palermo facolta' di Agraria, sulla tematica il "Tartufo in Sicilia".


             Fotografia Giovanni Caruso
Tartufi_100
      

                                                                             XXXXXXXXXXXXXXX


Un sentito e caloroso ringraziamento va indirizzato a Salvatore ed a Nicolino per aver messo a disposizione le proprie competenze e le proprie conoscenze durante l'escursione di sabato 9 Giugno organizzato per poter osservare il maestoso volo dei grifoni.
Questi splendidi "avvoltoi" dall'apertura alare di circa 3 metri, sono stati reintrodotti in Sicilia ed oramai fanno parte dell'avifauna del Parco dei Nebrodi.
Per informazioni visitate il sito 
http://www.ambientesicilia.it/20?/?/24/il-pasto-dei-grifoni/ 



             Fotografia Giovanni Caruso
Grifoni


                                                                               XXXXXXXXXXXXXXX


Partecipazione con numerosa delegazione al Seminario dal tema: Nuove tecniche utilizzate nella classificazione dei funghi. Approccio alla biologia molecolare applicata in micologia (Relatore Prof. Orlando Petrini) - Siracusa - 27 maggio - Presso l'Hotel Relax, sito in via E. Aliffi 9 .

      0


                                                                              XXXXXXXXXXXXXXX



In occasione della Sagra della Castagna di Mezzojuso (ott/2017) oggi la LIPU con la presenza di scolaresche ha liberato 2 splendide Poiane, dopo essere state curate nel Centro Recupero Fauna Selvatica di Ficuzza.

              
Fotografia Giovanni Caruso          
           P1160723P1160727P1160728 

                                                                                            XXXXXXXXXXXXXX



            corso_2017

                                                                                        XXXXXXXXXXXXXX

Anche oggi siamo presenti alla Sagra della Castagna di Mezzojuso, e nonostante la grave siccita' che sta colpendo la nostra regione siamo riusciti a mettere in mostra alcune specie fungine.

           
Fotografia Giovanni Caruso
          Castagneto_Mezzojuso

                                                                                          

 
L' associazione Micologica Micelia sarà presente per la Sagra della Castagna a Mezzojuso.
Ultimo weekend di ottobre 27, 28 e 29 ottobre 2017 - Mezzojuso (PA).


                   Mezzojuso

                                                                                       XXXXXXXXXXXXXX



               calendario_corso_definitivo_a4

                                                                                        XXXXXXXXXXXXXX

Gambarie è una località montana del comune di Santo Stefano in Aspromonte, in provincia di Reggio Calabria.

       gambarie




                           Gambarie1Gambarie2


                           Gambarie3Gambarie4


                            Gambarie5Gambarie6


                            Gambarie7Gambarie9



                                                                                            XXXXXXXXXXXXXXX



Grande successo ha ottenuto il corso di formazione micologica richiesto da numerosi raccoglitori di Cammarata e dell' agrigentino. Il corso e' stato organizzato per soddisfare le esigenze degli appassionati ed e' mirato al rilascio dell' attestato necessario per l' ottenimento del tesserino che abilita la raccolta dei funghi spontanei epigei. Il successo e' stato raggiunto grazie al fattivo interessamento di Enzo Li Gregni.

             Fotografia Giovanni Caruso
              20161105_113943    20161105_120953

                                                                                             XXXXXXXXXXXXXXX


                                Corso_2016


                                                                                                    XXXXXXXXXXXXXXX



Mitrophora semilibera 
È un ascomicete che fruttifica in primaverile prediligendo le immediate vicinanze di corsi d'acqua in prossimità di Pioppi, Olmi, Frassini, Acero campestre e Biancospini.
Secondo alcuni autori dovrebbe essere collocata nel Genere Morchella; secondo altri autori, per consistenza della carne e diversa morfologia degli alveoli, è giustificata la sua collocazione nel Genere Mitrophora.
Contiene tossine termolabili che vengono annullate dopo adeguata e prolungata cottura rendendola commestobile.
Spesso viene confusa con la Morchella elata ma il diverso habitat di crescita (la Morchella elata preferisce generalmente le conifere) e la diversa attaccatura della mitra (cappello) al gambo sono gli elementi che ci consentono di evitare errori. Le foto sono state scattate nel bosco di Scorace dall'amico Santo Tirnetta.



      Mitrophora_semilibera

                                                                                         XXXXXXXXXXXXXXX



                              lettera_ringraziamento_mezzojuso
 


                                                                                         XXXXXXXXXXXXXXX

L'associazione Micelia sarà presente alla manifestazione: i soci accompagneranno i visitatori come guida per esplorare il bosco alla scoperta di entità micologiche e botaniche.


                  IMG-20161004-WA0013

                                                                                            XXXXXXXXXXXXXXX

                                 Corso_Mezzojuso_2016
       

                                                                                             XXXXXXXXXXXXXXX



Si e' concluso con grande interesse ed entusiasmo il corso micologico valido per il rilascio del tesserino per la raccolta dei funghi spontanei epigei, che si e' svolto Partinico, si ringrazia per l'interessamento il Comune di Partinico ed il Prof. A. Marchese.


                                 Partinico


                                                                                                  XXXXXXXXXXXXXXX


                                 locandina_caccia_e_pesca













  WWF
                                                                                                      

                                                                                     IYF2011

              Amb
                                                                                                                                                                             Volontariato








 
 
 

         
Google


 
  • Sito in aggiornamento 18/02/2019
 
 Ricordo a tutti i soci che le attivita' in associazione riprenderanno ogni martedi alle 18.00.
Il presidente Ennio Genduso.




      micelia

   

       Amb  
                    


   
DIVENTA SOCIO 2019 

 
hp_img7
         
 

 
                   hp_img1



   
BBC     national_geographic



Filmati che ci mostrano come crescono i funghi                                               
  Clicca    funghi_termini


                     Meteo

                       Meteo_1

                    Meteo Radar
                   Meteo





















 
Site Map